INTRODUZIONE

NTP Nano Tech Projects è stata fondata nel 2012 da tre persone: due ingegneri elettronici, Gianluca Maroncelli e Massimo Galavotti, con grande esperienza nell’ambito di mercati internazionali, business management e ICT e un dottore di ricerca in chimica industriale, Adolfo Carloni, da vari anni attivo nella ricerca nei settori della chimica, dell’ottica, delle nanotecnologie e dei biosensori. Ad essi successivamente si unisce Mauro Malan esperto di microscopia e del mondo della Sanità.

In NTP noi tutti crediamo che l'innovazione possa riflettere la sua luce più brillante quando essa va ad incidere nel sociale. E ciò non è solo un concetto generico, più o meno radicale, ma è l'attuazione efficace e sostenibile di una nuova idea di prodotto e modello di servizio. In effetti la sostenibilità riguarda un aspetto essenziale e tipico dell’innovazione che si distingue dalle pratiche sociali tradizionali di assistenza: essa è la capacità di "stare sul mercato", sorreggersi con i ricavi generati dal servizio stesso generando impatti positivi sia per l'azienda sia per la collettività, i più ampi possibili.

CHI SIAMO

NTP Nano Tech Projects è una giovane società Italiana nata nel 2012 che opera nei settori delle biotecnologie e nanotecnologie, ha sede nelle Marche nella città di Sant'Angelo in Vado (Pesaro-Urbino), ai piedi dell’Appennino e circondato dalla campagna, ritenendo tutto questo un elemento vitale di grande valenza per la motivazione e l’equilibrio del team e per una crescita sana e sostenibile dell’azienda stessa. E in NTP non ci siamo neppure arresi all’evidenza di non esser tutti giovanissimi, convinti più che mai che la vena innovativa non sia strettamente correlata al fattore anagrafico ma che anzi l’età e l’esperienza possano contribuire a rafforzare la consapevolezza e la buona gestione dei molteplici aspetti connessi alla modernità.

In particolare NTP è orientata verso la ricerca e lo sviluppo, nonché la realizzazione di soluzioni e prodotti per la rilevazione ottica in campo del biomedicale: la cattura, la gestione e il trasferimento di immagini di campioni istologici con elevato vantaggio per l’inter-lavoro fra reparti o fra ospedali, ma anche l’impiego di un’innovativa tecnologia per la rilevazione di virus basata su impiego di biosensori ottici e nano-particelle, sono fra le attività principali dei nostri progetti di ricerca e sviluppo nel campo medicale.

NTP è startup innovativa, da aprile 2015 è stata riconosciuta come la prima "Startup innovativa a vocazione sociale" (SIAVS) in Italia in accordo alle più recenti Linee Guida del MISE. In effetti il progetto generale promosso da NTP in prospettiva si rivolge ad un mercato internazionale con l’ambizione sia di supportare e favorire i nuovi processi di riorganizzazione e ottimizzazione delle strutture sanitarie, sia di generare un impatto sociale trasversale che miri al miglioramento delle condizioni di vita della collettività, intesa nel senso più ampio e globale.




La Nostra Missione

Fornire un accesso diretto e veloce al misterioso e sconfinato mondo del non-visibile, con lo scopo sia di stabilirne le relazioni e le interpretazioni rispetto al mondo macroscopico, sia di sostenere il virtuoso effetto globale della crescita della conoscenza e della consapevolezza, dunque l’adozione diffusa di comportamenti che vadano nel senso del miglioramento degli stili di vita e della maggior sensibilità per la cura di noi stessi e degli altri.

La Nostra Visione

NTP vuol essere grande protagonista nello sviluppo e nell’integrazione di soluzioni specialistiche ad alto contenuto tecnologico ed innovativo, progettate per supportare le necessità sociali e le politiche globali in continua evoluzione in settori quali quelli della sanità e della ricerca scientifica, dove sempre più nascono servizi distribuiti in modo capillare e trasversale, facilmente impiegabili da un numero elevato di operatori connessi, così da realizzare alla fine un beneficio diffuso per il maggior numero di persone.

I Nostri Valori

L’Etica. Creiamo e condividiamo, internamente e con i nostri partner, valore di lungo termine tramite il nostro impegno nel miglioramento, nell’innovazione, nella sostenibilità e nello sviluppo delle nostre soluzioni e nella cura delle nostre persone.
L’Eccellenza. Vogliamo sostenere i destinatari dei nostri prodotti, lavorando con grande impegno alla soddisfazione dei loro bisogni specialistici e creando soluzioni e prodotti con elevato contenuto tecnologico e sociale.

Il Team

Siamo una Squadra con competenze tecniche e qualità umane differenti, ci lega un attento e curioso interesse per la memoria del passato, la consapevolezza del presente e la visione del futuro. Noi tutti crediamo che attraverso l’attivazione continua e scrupolosa di quel processo intimo di conoscenza e di coscienza possa avvenire la migliore interpretazione dell’innovazione sociale nella nostra vita, ovvero il sodalizio più fortunato fra evoluzione tecnologica ed evoluzione culturale.



Ing. Gianluca Maroncelli

Chairman of the Board

Ing. Massimo Galavotti

Chief Executive Officer


Ph.D Adolfo Carloni

Scientific Director

Sig. Mauro Malan

Product Marketing Director


Ing. Paolo B Giordano

Principal Software Engineer

Giuliano Talacci

Principal Hardware Engineer


Dr.ssa Sara Piselli

Biology Specialist

Mathias Amatori

Junior Software Engineer


William Warnots

Junior Hardware Engineer

D.ssa Lucia Gregori

Project Manager




Competenze Complessive

Nanotecnologia
Chimica
Biotecnologia
Microscopia
Robotica
Elettronica
Software
Ottica
Informatica
Fisica

7

Premi e Riconoscimenti

15

Articoli e Pubblicazioni

3126

Ore di Ricerca e Sviluppo

NOSTRA TECNOLOGIA

RILEVAZIONE VIRUS

I virus sono gli unici organismi che non possono riprodursi da soli ma grazie all'intermediazione di cellule viventi. Il riconoscimento dell'esistenza di agenti d'infezione più piccoli dei batteri risale al 1898 quando Loeffler e Frosch dimostrarono la trasmissibilità utilizzando filtrati acellulari di afta bovina. Successivamente Reed e Pasteur scoprirono e identificarono rispettivamente il virus della febbre gialla e quello della rabbia. I loro studi costituirono una base fondamentale per Carrel che iniziò a coltivare in modo controllato i virus in piastre da laboratorio per catalogarli e identificarne il comportamento. Nasce così all'inizio del '900, grazie alla presa di coscienza da parte della comunità scientifica, una nuova disciplina destinata ad avere un’ampia applicazione in medicina: la virologia. Essa ha una notevole impatto in biologia non solamente a livello sperimentale ma anche teorico, in quanto le ricerche sui virus hanno un ruolo fondamentale nello sviluppo della genetica molecolare. Taluni virus sono responsabili unici o corresponsabili di malattie molto gravi, quindi individuare con precisione il quadro infettivo e patologico e agire tempestivamente su di esso permette di intraprendere efficacemente percorsi di prevenzione e diagnosi precoce.

SCOPO

Il progetto di NTP intende semplificare il processo di rilevazione e interpretazione delle sequenze di DNA virali, impiegando principi di fisica e biochimica abbinati a tecniche di sensoristica applicata. La rilevazione di un tratto specifico di DNA avviene attraverso l'identificazione di un evento di ibridazione, pertanto, utilizzando la specificità intrinseca che quel tratto possiede nei confronti di tutti gli altri presenti nel genoma di una persona (circa 3 miliardi di basi), è possibile capire se all'interno di quel genoma sia presente quel tratto specifico oppure no.

La metodologia proposta da NTP ha un’applicazione generale nell’intero mondo dei virus e delle loro varianti genetiche, attualmente l’interesse è fortemente rivolto al virus HPV (Human Papilloma Virus) responsabile pressoché unico del tumore della cervice uterina e non solo. E allora questa nuova tecnica consente: l’identificazione puntuale del virus e dei relativi genotipi mediante un solo campione di DNA del paziente ed un unico set di consumabile (microarray, reagente e nano-particelle); la tipizzazione virale a supporto delle indagini diagnostiche di controllo e di quelle correlate ai piani mirati di prevenzione (vaccinazione-screening); l’indagine dello stato fisico dell’infezione con impatto positivo sui protocolli di screening, diagnosi precoce e follow-up.

L'ordinamento a scacchiera di questo complesso processo di ricerca reiterato più e più volte è in grado di fornire una quantità di informazioni enorme in un'area di pochi millimetri quadri, con un utilizzo minimo del reagente campione e un consistente abbattimento dei costi di analisi.

PATOLOGIA DIGITALE

La telemedicina negli ultimi anni, grazie alle nuove tecnologie, si è evoluta in maniera significativa. Non solo robot o sistemi di “point of care” ma anche la diagnosi per immagine è stata protagonista di questa trasformazione nel campo della sanità. In generale i sistemi di telemedicina diagnostica, oltre a poter effettuare una diagnosi, consentono anche di condividere con altri specialisti medici ubicati in altre parti del mondo, immagini e dati per una second-opinion specialistica. I sistemi di diagnosi per immagini, utilizzati in molteplici settori quali la radiologia, l’ecografia, la TAC, la citologia, la patologia, e molte altre hanno generato e ormai consolidato delle vere e proprie reti di condivisione dei casi diagnostici per la second-opinion non di urgenza.

SCOPO

NTP ha individuato un'area ancora non ottimizzata ed in fase di sviluppo, l’area della diagnostica per immagini d'urgenza.
Esistono molteplici realtà dove diverse specializzazioni mediche devono collaborare e interagire tra loro velocemente.
In questi casi è fondamentale la collaborazione tra le diverse competenze mediche per giungere a una valutazione rapida e condivisa relativamente alla migliore opportunità di operatività chirurgica e/o terapeutica verso il paziente.

Oggigiorno sono molti i casi in cui il patologo o il citologo devono essere fisicamente presenti in sala operatoria per analisi di estemporanee al congelatore o per ago-aspirati sotto controllo TAC. Mediante l'impiego del NED nella versione per osservazioni real-time, gli specialisti potranno dare il loro supporto diagnostico da remoto, rapidamente, con precisione ed accuratezza, con un considerevole abbattimento dei costi logistici e dei rischi annessi.

NED (Nano-Eye Device) è dunque uno strumento opto-digitale che consente di osservare da remoto campioni di preparati istologici, citologici, ematologici o altri preparati montati su vetrino. L’osservazione avviene in tempo reale e non necessita di sistemi di storage, i tempi d’attesa per la scansione del preparato sono azzerati. Tutti i controlli dei parametri d’osservazione dello strumento sono gestibili da remoto e permettono una totale padronanza dello stesso. Con l’utilizzo del NED si eliminano le distanze e rischi connessi al trasporto, si ottimizzano i processi logistici, mantenendo una elevatissima qualità di osservazione con una importante contenimento della spesa.

RASSEGNA STAMPA



Partnership

 

NTP Nano Tech Projects SRL

info@ntpsrl.biz

Tel: +39 0722 88681
Fax: +39 0722 042527

Via Circonvallazione 11/A,
61048 - Sant'Angelo in Vado (PU), Italia
P.IVA: 02494970417.


Contattaci...

Questo sito utilizza cookie anche di terze parti, per migliorare l'esperienza utente e motivi statistici. Chiudendo questo banner, acconsenti all'uso dei cookie.
Per saperne di più clicca qui.